• Gestione Condominio
  • [slide_nav align="right"]
  • [/slide_nav]

Ripartizione spese condominiali e art 1123 cc

Ripartizione spese condominiali e art 1123 cc
Chiunque si trovi ad amministrare un condominio, prima o poi, dovrà affrontare il problema della ripartizione spese condominiali, corretta ed accettata da tutti,  tra i condomini.
L'art. 1123 del c.c. in linea di massima regolamenta i criteri cui deve attenersi un amministratore di condominio nel predisporre la ripartizione spese condominiali. Il primo comma dell'art. 1123 recita:

"..Le spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti comuni dell'edificio, per la prestazione dei servizi nell'interesse comune e per le innovazioni deliberate dalla maggioranza sono sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno, salvo diversa convenzione", 

L'art. precisa, quindi, che tutte le spese che hanno a che fare con il godimento e la conservazione delle parti comuni vanno ripartite in base ai millesimi di proprietà. Il secondo comma dell'art. 1123 recita 

"Se si tratta di cose destinate a servire i condomini in misura diversa, le spese sono ripartite in proporzione dell'uso che ciascuno può farne", 

prevedendo una ripartizione secondo l'uso potenziale che ciascun condomino possa fare a prescindere dal fatto se ne faccio e mano uso . 
Un caso tipico di ripartizione spese condominiali secondo l'uso si ha riguardo alle spese per scale ed ascensore.

Nell'ambito della ripartizione spese condominiali si lascia ai condomini la possibilità di adottare un criterio diverso che debba essere espressione della volontà unanime dei condomini o debba trovare la sua ragion d'essere in una espressa previsione del Regolamento contrattuale allegato all'atto notarile e, comunque, trascritto presso la Conservatoria del Registri Immobiliari; solo in questo specifico caso, infatti, il Regolamento è valido per tutti ed opponibile a terzi.​
L'art. 1124 c.c. regolamenta la ripartizione spese condominiali relative alla manutenzione e sostituzione delle scale e degli ascensori. 
Al primo comma ribadisce il concetto che "Le scale e gli ascensori sono mantenuti e sostituiti dai proprietari delle unità immobiliari a cui servono". 
Sempre nel primo comma si stabilisce che le spese per le scale e per gli elementi ad esse connessi (rampe, scalini, pianerottoli, ringhiere, ecc) vanno ripartite "… per metà in ragione del valore delle singole unità immobiliari e per l'altra metà esclusivamente in misura proporzionale all'altezza di ciascun piano dal suolo". 
Vota:
Art 1126 cc lastrici solari di uso esclusivo
Nuova disciplina degli impianti e degli spazi comu...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Ancora nessun commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Lunedì, 23 Aprile 2018

Immagine Captcha

Vuoi Essere Aggiornato?

Condominio Sereno

© 2018 Condominio Sereno. Tutti i diritti sono riservati. E' vietato riprodurre il contenuto di questo sito senza autorizzazione. Realizzato da Digital Advice Srl - info@condominiosereno.it

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze condominiosereno.it utilizza cookies, anche di terze parti. Prosegui se sei d'accordo.