• Gestione Condominio
  • [slide_nav align="right"]
  • [/slide_nav]

Requisiti per diventare amministratore di condominio

Requisiti per diventare amministratore di condominio

Come diventare amministratore di condominio? Scopri i requisiti per diventare amministratore di condominio!

La Riforma del condominio, nota come la 220 del 2012, si esprime in maniera chiara sui requisiti per diventare amministratore di condominio e sulle eccezioni ammesse. 

Nello specifico introduce una regolamentazione per l'accesso alla professione, per la quale in passato era stato richiesta semplicemente la maggiore età e il pieno possesso delle capacità di agire. 


Come diventare amministratore di condominio?

Il primo comma dell'art. 71bis disp.att.ve c.c. indica sette requisiti necessari per la nomina ad amministratore di condominio, cinque dedicati all'onorabilità, due alle competenze professionali

​I requisiti relativi all'onorabilità, per il soggetto interessato, sono: 

  1. avere il godimento dei diritti civili, ovvero la libertà di compiere atti giuridici senza alcuna limitazione.Come dimostrare questo requisito? Il soggetto interessato può richiedere il certificato di godimento dei diritti civili, rilasciato dalla cancelleria del Tribunale competente, che attesta che, nei cinque anni precedenti la richiesta, nei confronti del richiedente non siano stati emessi provvedimenti di interdizione, inabilitazione o fallimento. 
  2. non avere condanne penali, per motivi quali delitti contro la pubblica amministrazione, l'amministrazione della giustizia, la fede pubblica, il patrimonio, furto o appropriazione indebita. 
  3. non essere sottoposto a misure di prevenzione, ovvero provvedimenti quali sorveglianza speciale, sequestri, confische. Tale requisito viene meno se interviene un processo di riabilitazione. 
  4. non essere sottoposto ad interdizione o inabilitazione, in quanto misure che limitano la libertà e la capacità di agire (firmare contratti, disposizione). 
  5. non essere presente nell'elenco dei protesti, documento tenuto dalle Camere di Commercio nel quale è annotato il nome delle persone che non hanno pagato le cambiali. I requisiti relativi alle competenze professionali, per il soggetto interessato, sono: 
  6. aver conseguito almeno il diploma di scuola superiore
  7. aver frequentato un corso di formazione iniziale e attività di formazione periodica in materia di amministrazione condominiale.

Si può diventare amministratore di condominio senza possedere tutti i requisiti?

Quelli appena descritti sono i requisiti per diventare amministratore di condominio.

Può capitare, però, che qualche requisito non sia soddisfatto, soprattutto dai professionisti che esercitano la professione da molto prima dell'entrata in vigore della Riforma. 

Come comportarsi allora? La riforma si è espressa anche su questo caso, andando a descrivere una serie di eccezioni che, se verificate, consento di diventare amministratore di condominio senza possedere tutti i requisiti.

Vota:
Il prete
Rettifica dei millesimi

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Ancora nessun commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Mercoledì, 23 Maggio 2018

Immagine Captcha

Vuoi Essere Aggiornato?

Condominio Sereno

© 2018 Condominio Sereno. Tutti i diritti sono riservati. E' vietato riprodurre il contenuto di questo sito senza autorizzazione. Realizzato da Digital Advice Srl

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze condominiosereno.it utilizza cookies, anche di terze parti. Prosegui se sei d'accordo.